07 Agosto 2017

Sprechi cibo, a Bari si inaugurano i frigoriferi solidali

Parte da Bari un interessante progetto che punta a donare cibo a chi ne ha bisogno, riducendo così gli sprechi alimentari in favore della realizzazione di una rete sociale che possa dare una mano ai meno fortunati.

Il progetto, realizzato dall’associazione Kenda Onlus in collaborazione con il Comune di Bari – assessorato al Welfare, l’Aps Farina 080 onlus, Link-Sindacato studentesco, Zona FranKa, Avanzi Popolo e bThe Hub e sostenuto dalla Fondazione Con il Sud, ha come obiettivo la collocazione di sette refrigeratori in diversi punti della città, all’interno dei quali sarà possibile mettere cibo e bevande a disposizione dei più bisognosi.

Potranno così partecipare attivamente a questo progetto non solamente i ristoratori o i supermercati, bensì anche i privati cittadini che vorranno dare i propri alimenti in eccesso donandoli a chi non può permettersi di fare la spesa frequentemente.

Questo è l’elenco dei luoghi scelti: la parrocchia di San Sabino in via Caduti del 28 luglio 1943, Zona Franka in via Dalmazia, la Casa delle Culture in via Barisano da Trani, il Caf Cap Orizzonti in via Della Felicità, la scuola Open source in strada Lamberti, Impact Hub in viale Volga, l’auletta rossa al secondo piano dell’Ateneo.

A coordinare le attività di manutenzione degli impianti saranno volontari e attivisti, impegnati altresì in positive attività di educazione alimentare, di foodsharing e di promozione della solidarietà e del contrasto agli sprechi.

cibo

Sconti sulla Tari se il ristorante combatte gli sprechi


Autore:Roberto