19 Marzo 2020

Nasce il frigo senza elettricità per limitare gli sprechi di cibo

Si chiama Windchill ed è un frigorifero davvero speciale. Funziona senza l’uso di energia elettrica e impara dalla Natura con la biomimetica per aiutare a combattere gli sprechi di cibo e la denutrizione nei paesi sottosviluppati.

Windchill nasce per mano di un gruppo di studenti della Scuola di Ingegneria Schulich dell’Università di Calgary (Canada), i quali hanno vinto il premio alla Biomimicry Global Design Challenge, volta a migliorare il sistema alimentare.

Caratteristiche

Il frigo altro non è che prototipo ispirato in primis al mondo degli animali, copiando in tutto e per tutto le api, i coralli, gli elefanti e infine, non per importanza, i canguri. Inoltre, non ha bisogno quasi per niente di elettricità. Il suo costo è molto basso rispetto ai tradizionali frigoriferi ed è facilmente trasportabile. Proprio per questo può essere considerato come un ottimo apparecchio per sostenere le popolazioni che si trovano nelle aree in via di sviluppo e dove l’energia elettrica scarseggia.

Quanto al raffreddamento gli ideatori del progetto hanno preso spunto direttamente dalla regolazione della temperatura tipica di alcuni animali.

Ecco come funziona

Windchill funziona in maniera semplice. Inizia con un imbuto che richiama l’aria esterna in un tubo. Quest’ultimo viene immerso in un fluido. Il liquido evapora, raffreddando l’aria, che viene poi inviata a una camera di refrigerazione sotterranea. Qui viene conservato il cibo.

Che ne pensate?

L. F.

Nasce il frigo senza elettricità per limitare gli sprechi di cibo

Lotta contro lo spreco energetico: Il district cooling


Autore:Lucia

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito