31 Agosto 2019

Sprechi plastica, a scuola si beve dalla borraccia

Interessante iniziativa aretina per contrastare gli sprechi dell’acqua. Come riporta Arezzo Notizie, infatti, gli studenti del liceo classico Francesco Petrarca e quelli dell’istituto comprensivo statale Giorgio Vasari riceveranno una borraccia in alluminio per studente, che potrà essere utilizzata a scuola e nel tempo libero al fine di eliminare le bottigliette di plastica. Una buona pratica che potrà dare una mano fondamentale nel contenere la produzione dei rifiuti di plastica e, ulteriormente, per poter sensibilizzare le più giovani generazioni su questo importante tema.

Il documento che lancia questa parte del progetto, si legge ancora sul media locale, ha come obiettivo fondamentale quello di avviare un piano verticale che possa accompagnare i ragazzi dalla scuola secondaria inferiore fino all’Università mediante un calendario di eventi formativi, di tirocini, di visite e di buone pratiche che abbiano la finalità di rafforzare e di diffondere la riduzione dell’utilizzo della plastica usa e getta, contrastare lo spreco alimentare, favorire l’educazione alimentare per la riduzione degli sprechi di cibo e degli imballaggi.

Ecco perché, in questo contesto, la distribuzione di quasi 2.000 borracce di alluminio ai ragazzi del liceo e dell’istituto comprensivo rappresenta il migliore biglietto da visita per poter introdurre questo nuovo passo verso il contenimento di ogni forma di inquinamento da parte delle più giovani generazioni. L’impatto benefico stimato da Aisa Impianti è legato alla possibilità di evitare il consumo di circa 400 mila bottigliette di plastica in un anno.

borraccia

Sprechi alimentari, la buona scuola passa anche da qui


Autore:Roberto

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito