12 Gennaio 2017

Nuovo progetto contro lo spreco alimentare dalla Calabria

Sono sempre di più le positive iniziative che nel Sud Italia cercano di arginare la piaga economica e sociale degli sprechi alimentari, ispirando dei nuovi comportamenti maggiormente virtuosi, che possano essere facilmente applicati all'interno di una buona economia domestica.

In tal senso, rileviamo positivamente la novità che giunge da Taurianova, dove con una decisione unanime è stato presentato un nuovo progetto contro gli sprechi alimentari che, oltre a spingere nel fornire indicazioni e supporti a tutte le famiglie che desiderano ridurre lo spreco alimentare casalingo, ottimizzando le spese, punterà sulla possibilità di portare via dal ristorante gli avanzi di quanto ordinato e non consumato, per poterlo successivamente consumare in ambiente domestico. Non solo: il progetto si rivolge anche ai negozi di alimentari che nell'imminente della scadenza della data entro cui consumare il prodotto, potranno donare i prodotti alle mense o distribuirlo alle famiglie indigenti o alle strutture che le assistono.

"Una comunità attenta e solidale verso i meno fortunati – dice il Sindaco Fabio Scionti – non può prescindere dall’impegnarsi in azioni volte alla riduzione dello spreco alimentare. Per la preparazione del progetto, in adempimento alla delega conferitagli, ha lavorato il Vicepresidente del Consiglio Comunale, Rosalba Ascone, da sempre sensibile e attenta a queste problematiche. Le linee guida sono state presentate nella splendida sede del centro Agroalimentare e del Legno a Largo Bizzurro. Il progetto di riduzione dello spreco alimentare si richiama ai principi affermati dal legislatore e fatti propri anche dalla Regione Calabria".

spreco

Sprechi al ristorante: Cuki e Farinetti lanciano la Save Bag


Autore:Roberto