31 Luglio 2019

FIPE: sì alla ristorazione sostenibile, no allo spreco

Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) punta alla ristorazione sostenibile e alla lotta allo spreco alimentare. Ma come lo fa? Nella maniera più semplice possibile: diffondendo delle linee guida in grado di aiutare i vari professionisti in maniera concreta nella lotta allo spreco.
Ma non basta. La lotta allo spreco non riguarda solo i professionisti, ma tutti noi. Ciò significa imparare a fare la spesa, a non sprecare gli ingredienti e saper utilizzare al meglio gli avanzi.
Proprio per questo Fipe si è impegnata nella promozione e nella diffusione anche di un secondo testo, rivolto esclusivamente ai nuclei familiari. Insomma, un vero e proprio vademecum dell’anti – spreco per educare noi e le future generazioni.
Il testo formativo ed educativo, oltre che culturale, è stato scritto in collaborazione con lo Chef Franco Aliberti, che ha fatto della circolarità e dell’utilizzo di materie prime povere la sua filosofia. Fipe, quindi, rinnova il suo impegno in questa direzione, puntando anche sull’ultimo progetto: il Rimpiattino. Un progetto creato in collaborazione con Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica), per rendere più naturale a tutti il concetto e l’utilizzo della Doggy Bag.
Lo spreco di cibo si combatte non solo richiedendo la Doggy Bag, ma anche e soprattutto introducendo buone abitudini che hanno un forte significato educativo.

Lucia Franco

FIPE: sì alla ristorazione sostenibile, no allo spreco

Fipe lancia la campagna contro lo spreco di zucchero


Autore:Lucia

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito