07 Dicembre 2016

Sprechi alimentari, contenerli con la compostiera elettrica

Ridurre gli sprechi alimentari con una compostiera elettrica. È quel che sta cercando di fare Whirlpool, uno dei leader internazionali negli elettrodomestici, che al fine di ottimizzare i tempi di smaltimento e minimizzare gli sprechi, ha lanciato l’innovativa Zera Food Recycler, una compostiera elettrica che non vede l’ora di digerire i vostri scarti.

La nuova compostiera si rivolge a tutte quelle realtà  che producono scarti alimentari e non hanno la possibilità  o lo spazio per potersi dedicare al compostaggio. Ma non solo: grazie alle dimensioni compatte e alla facilità  di utilizzo, si rivolge altresì alle famiglie più attente all’ambiente e all’efficienza, prestando loro un dispositivo che in sole 24 ore riesce a trasformare in compost tutti gli scarti settimanali di una famiglia “media”.

Naturalmente, il prezzo di questo dispositivo potrebbe scoraggiare alcuni: il modello di cui parliamo costa più di 1.000 dollari, e non tutti potrebbero trovare questo costo di particolare “gradimento”. Tuttavia, in attesa di saperne di più su questa compostiera domestica (che non è ancora arrivata in Italia, ma è disponibile solamente negli Stati Uniti) non possiamo che ipotizzare che un simile elettrodomestico possa gradualmente rappresentare una gradevole aggiunta per tutte le nuove cucine.

E voi che ne pensate? Ritenete che i sistemi di compostaggio domestico possano effettivamente rappresentare un buon impulso alla minimizzazione degli sprechi? Sareste disponibili ad affrontare un simile investimento?

whirlpool

Alitalia, oltre un milione al giorno sprecato negli ultimi due anni


Autore:Roberto

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito