04 Dicembre 2019

Regali plastic free: il Natale 2019 è sostenibile

Mancano poche settimane al Natale e molti di noi sono già in frenesia per la ricerca dei regali perfetti.
Incartare pacchi e pacchetti è una vera gioia natalizia a cui non si può, e non si deve rinunciare, ma è possibile seguire alcuni accorgimenti per dei doni sostenibili, anche a partire dal packaging.
Si possono ricercare infatti, i cosiddetti "regali zero waste", che non prevedono spreco di materiali utilizzati per involucri. Doni senza packaging, o con imballaggi che, a loro volta, sono un regalo e possono essere riutilizzati.

Ecco alcune idee per questo Natale 2019.

Prodotti per il corpo sfusi.

I prodotti per il corpo sono un must have tra i regali natalizi e sempre ben accetti, soprattutto dalle donne.Si possono scegliere sfusi, cercando nelle erboristerie, nei negozi di cosmesi naturale, oppure preparandoli da sole a casa. Sali da bagno, ‘bombe’ di sapone, oli essenziali:mettendoli in un grazioso contenitore di vetro, o in una bella scatola regalo che funga da cofanetto, farete un doppio dono, poichè l'involucro porà essere riutilizzato molte altre volte.

Prodotti alimentari

A Natale i presidi Slow Food possono essere una soluzione per proporre alimenti di ottima qualità,in grado di valorizzare la tradizione e le unicità del territorio di origine. Si tratta di regali sostenibili e solidali allo stesso tempo: una parte dell’incasso viene devoluto ai presidi Slow Food. Alcuni esempi? Dall’Abruzzo la Ventricina del Vastese in confezione da 500 gr, dalla Campania l’Oliva salella ammaccata del Cilento in confezione da 106 ml, dal Friuli Venezia Giulia il Pan di Sorc biscottato in confezione da 250 gr. Questi prodotti possono essere acquistati direttamente dai produttori.

Caffè, tisane e spezie. Sono tantissime le idee per regalare un prodotto alimentare che si può acquistare sfuso e poi inserire in un barattolino di vetro, o una bottiglietta. Si può utilizzare una recipiente proveniente anch'esso da riciclo: per esempio quello di un succo di frutta, o del latte fresco, accuratamente lavato e asciugato. O un barattolo da marmellata, riutilizzabile all’infinito. Con un tappo simpatico e un fiocco in tessuto, avrete creato un dono fai da te apprezzato in un packaging originale e a prova di spreco.

Biglietti per eventi e buoni regalo.

Un buono regalo, un biglietto per un concerto, per il cinema, per uno spettacolo di teatro, o per una mostra d' arte. Si tratta di regali che fanno sempre piacere (fate solo attenzione alle date per la persona a cui lo regalerete), e che non implica la formazione di alcun rifiuto. Specialmente se non è necessario stampare la ricevuta ma, come ormai per molti siti web, basta il ticket digitale da presentare in cassa. Se volete avere un omaggio fisico da porgere, potete optare per un bel biglietto, magari in carta riciclata.

Piante e regali "green"

Già sviluppate e interrate, oppure ancora in versione seme: le piante sono davvero le regine dei regali zero waste. Non solo non generano rifiuti, ma fanno bene all’ambiente. Anche a quello domestico, visto che molte specie sono particolarmente adatte ad assorbire le sostanze nocive presenti nell’aria degli ambienti chiusi. Evitate però di avvolgerle in chilometri di carta plastificata: chiedete al fioraio o al vivaio di lasciarle al naturale o di utilizzare della carta riciclabile.

Consigli per il packaging: non solo barattoli e scatole

Una ispirazione dal Giappone: il furoshiki, ovvero il tipico involucro quadrato di stoffa, tradizionalmente utilizzato in Giappone per trasportare vestiti, bentō, regali e altri beni. Tutti gli scarti di tessuto di cotone o di lino possono andare bene, ed il pacchetto può essere impreziosito con un tocco finale: un ramo di pino, un gambo secco di eucalipto. In alternativa, potete avvolgere il regalo in carta di giornale. In bianco e nero o a colori, la carta da giornale o la copertina di una rivista possono essere favolose carte di recupero. Oltretutto, possono anche permettere di far passare tra le righe parole carine o messaggi subliminali. Ultima idea, un sacchetto di tela, confezione educativa e soprattutto che si presta ad ulteriori utilizzi. Per le decorazioni: al posto di fiocchi e coccarde optate per una piccola pigna o una stecca di cannella. In alternativa una fetta di agrume essiccato, o un ciuffetto di abete.

natale green

Le cose che non si devono mai buttare nella spazzatura


Autore:Azzurra

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito