10 Gennaio 2020

Pulire l'aria con un cartello pubblicitario?Oggi si può, senza sprechi

L’idea nasce in Olanda da Daan Roosegaarde, il quale ha creato uno speciale cartello pubblicitario capace di pulire l’aria circostante ingurgitando lo smog. Vediamo come...

Il progetto

Il cartello pubblicitario è stato concepito nello studio di Roosegaarde insieme all’Università di Monterray. Il suo funzionamento è molto semplice. Ogni spazio pubblicitario viene generalmente rivestito con una resina particolare che attrae gli inquinanti atmosferici vicini e li trasforma a sua volta in ossigeno quando vengono colpiti dalla luce solare diretta. In questo modo il cartellone in questione va a generare la stessa quantità di aria pulita di 30 alberi ogni 6 ore e può funzionare fino a 5 anni. Attualmente uno di questi cartelloni è installato a Monterray, in Messico.

Messico

Il Messico è una delle città più inquinate al mondo. Essa è immersa in una valle dove c’è pochissimo spazio per alberi e piante.
L’installazione dei cartelloni pubblicitari “speciali” permette, quindi, in questo modo di salvaguardare un po' la salute della città come anche della popolazione. Insomma, i cartelloni possono essere considerati come una vera e propria rivoluzione per l’intera salute urbana. Ma non è tutto. Negli ultimi anni è stato progettato anche la c.d. Smog Free-Tower: il “più grande depuratore d’aria del mondo” che è stato installato in diverse paesi del mondo. La sua struttura metallica, alta 23 piedi, è in grado di filtrare il 75% delle particelle nocive di PM2.5 e PM10 dall’aria circostante, generando così 30.000 metri cubi di aria purificata all’ora. Per di più, usando la tecnologia ionica, la torre consuma poca elettricità, quasi quanto un bollitore elettrico.

Pulire l'aria con un cartello pubblicitario?Oggi si può, senza sprechi

Cos'è il 'greenwashing': come le industrie possono ingannarci


Autore:Lucia

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito