14 Novembre 2017

Clementine solidali, a Vicenza arriva il primo tir

All'interno della campagna "Fruttiamo nel sociale", dell'associazione Bethel Italia, composta da persone di etnia sinti, ha preso il via la distribuzione delle clementine "solidali" in favore di centinaia di famiglie bisognose del territorio vicentino, dove è arrivato il primo tir.

L'iniziativa - sottolinea il quotidiano Il Sole 24 Ore, che si è occupato dell'intervento - è stata resa possibile grazie alla collaborazione con l’amministrazione comunale, la cooperativa Verlata, l’associazione Basta Sprechi Vicentina e l’azienda produttrice calabrese Sibarit nell’ambito del progetto Rebus per il recupero e la distribuzione delle eccedenze alimentari, promosso dall’Unione Europea e dal ministero delle politiche agricole.

In particolare, il progetto Rebus ha organizzato il recupero dei beni invenduti o inutilizzati (come il cibo, in questo caso, ma non solamente) che hanno ancora un elevato potere di utilizzao ma non hanno più valore commerciale. Tramite donazione, i beni recuperati sono poi destinati a enti di assistenza e di beneficienza.

"“Siamo lieti di questo dono che viene offerto alle famiglie bisognose della città e della provincia – afferma l’assessore alla comunità e alle famiglie Isabella Sala - L’associazione Bethel ci propone la sperimentazione di un’iniziativa che, se dovesse, come speriamo, avere riscontri positivi, potrà essere reiterata in futuro, e garantire alimenti fondamentali per una dieta sana e salutare quali i frutti stagionali".

L'obiettivo, sottolinea ancora l'assessore, è quello di non sprecare, e assicurare per quanto possibile cibi freschi soprattutto per la crescita dei bambini.

clementine

Sconti sulla Tari se il ristorante combatte gli sprechi


Autore:Roberto