19 Gennaio 2021

Cina: se non mangi tutto paghi la multa, la nuova proposta di legge

Se non finisci il pasto paghi la multa. Ecco l’idea della Cina che vuole punire l’avventore che non finisce tutto il cibo al ristorante con una multa di 1.200 euro o più. Si tratta, infatti, di piccoli gesti che sostengono un cambio di mentalità. Peccato che arrivino dall’estero.

Lo spreco di cibo in Cina e la nuova proposta di legge

Ogni anno in Cina viene buttato cibo per un valore di oltre 25 miliardi di euro. Proprio per questo motivo la Cina ha deciso di usare il pugno di ferro proponendo una legge – che deve ancora ricevere l’Ok definitivo - che punisce severamente chi spreca cibo e chi non finisce tutto il suo pasto al ristorante con una multa salata.

Nel frattempo, già alcuni ristoranti avevano introdotto la cosiddetta “campagna del piatto pulito”: 10 clienti, 9 porzioni per combattere gli sprechi. Un’idea che è diventata fin da subito virale e con un preciso obiettivo, quello di evitare gli sprechi di cibo. Ma non è tutto. Si è imposto, inoltre, il diviato di alcune sfide tra le “stelle dal grande stomaco”, come vengono chiamati alcuni blogger che si sfidano a chi mangia di più.

La proposta di legge

Di questi tempi si sa, lo spreco è un lusso che non possiamo proprio permetterci. La multa è sicuramente antipatica, rispetto alla doggy-bag, ma forse è più efficace ed efficiente di quest’ultima. Presumibilmente sarà questa la strada giusta per impedire che cibo ancora buono finisca direttamente nella pattumiera perché si è semplicemente pieni.

L.F.

Cina: se non mangi tutto paghi la multa, la nuova proposta di legge

Lotta allo spreco nella legge di bilancio 2019


Autore:Lucia

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito