13 Giugno 2019

Celocelofood, nuovo progetto per fermare gli sprechi alimentari

Si chiama Celocelo il progetto nato nel 2017 a Torino dall’Agenzia per lo sviluppo locale San Salvario Onlus, e ora attivo in Val Susa, per poter porre in contatto le persone e gli operatori che hanno qualcosa da regalare, con chi opera nel sociale, mediante un sito internet realizzato da Officina Informatica Libera.

Un progetto che ha fornito i risultati sperati, tanto che i suoi promotori hanno scelto di ampliare la gamma di oggetti conferibili, permettendo una nuova vita non solamente a vestiti o attrezzature sportive, quanto anche al cibo.

Ma come funziona? Il meccanismo di azione è molto semplice: saranno infatti gli stessi volontari e operatori di Celocelofood a recuperare le eccedenze alimentari dei negozianti che desiderano aderire al progetto. Ogni sabato, alla chiusura, passeranno dunque con tutto il necessario per poter raccogliere l’invenduto, compresi gli alimenti cucinati. Il cibo sarà immediatamente portato alle persone che ne hanno bisogno. Non solo: la donazione permette di accedere a sgravi fiscali non marginali, amplificando così i vantaggi, per tutti, derivanti da questa buona pratica.

Peraltro, anche chi non ha un negozio può contribuire: gli organizzatori del progetto invitano infatti chi volesse a comprare gli alimenti che verranno poi dati a chi ne ha bisogno.

Belle iniziative che, fortunatamente, stanno trovando crescente diffusione in tutta Italia.

celocelofood

RecuperAle, la birra contro gli sprechi che viene prodotta da detenuti


Autore:Roberto

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito