14 Febbraio 2019

Torino, arrivano i Food Priders contro lo spreco alimentare

Torino punta sempre più verso la sostenibilità. Arrivano, infatti i Food Priders, ovvero i fattorini contro lo spreco del cibo che faciliteranno la raccolta di cibo in esubero a favore dei più bisognosi.
Il progetto è ufficialmente partito il 5 febbraio, in occasione della Giornata Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare. Si tratta di veri e propri fattorini che facilitano la raccolta degli alimenti invenduti nelle varie attività i quali poi vengono distribuiti ai più bisognosi.
Insomma, questo è un nuovo modo per ridurre gli sprechi e far sì che i cibi ancora buoni non vengano gettati nella spazzatura.
Gli operatori in questo caso si spostano per la città mediante l’uso di una semplice bicicletta, raccolgono il cibo e lo distribuiscono nei punti di raccolta e distribuzione che si trovano a Pozzo Strada, Borgo San Paolo, Porta Palazzo e Borgo Vittoria.

Come nasce il progetto

Il progetto nasce grazie al sostegno della Compagnia di Sanpaolo e il Comune di Torino, di Asl e di diverse onlus. La raccolta e redistribuzione degli alimenti riguarda anche i mercati di Porta Palazzo, corso Brunelleschi, corso Racconigi, Borgo Vittoria, corso Taranto, via Porpora, Nichelino e altri ancora. Un’iniziativa quindi questa che punta a contrastare quelli che sono gli sprechi di cibo e aiuta i più sfortunati.

Lucia Franco

Torino, arrivano i Food Priders contro lo spreco alimentare

Le cose che non si devono mai buttare nella spazzatura


Autore:Lucia

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito