09 Maggio 2018

L'Italia degli sprechi: le grandi opere incompiute

Secondo i dati ministeriali vi sono ben 10 grandi opere da completare che maggiormente interessano per lo Stato sia perché incompiute sia perché occorrono ingenti risorse per terminarle. Uno spreco questo che a volte riguarda la destinazione d'uso, altre la cattiva organizzazione, altre un vizio di demagogia, altre una sproporzione fra l'obbiettivo e la spesa (rapporto costi/benefici). Ma quali sono? Andiamo a vederle insieme.

1.Diga di Gimigliano

È la più grande Diga (mai realizzata) del Mezzogiorno, sul fiume Melito in provincia di Catanzaro, iniziata negli anni ’80. Si stima che i costi complessivi ruotino intorno ai 260 milioni di euro, di cui solo 189 per terminarla.

2.Città dello Sport a Tor Vergata di Roma

Essa è una struttura che avrebbe dovuto ospitare i campionati di nuoto del 2009, poi svoltisi al Foro Italico. I lavori sono stati prima sospesi e poi riaperti nel 2011, dopo la candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2020. Costo complessivo dei lavori: 608 milioni di euro, di cui 406 unicamente per terminare il tutto, contando che a fine 2014 solo il 16,25 % della struttura è stato completato.

3.Abbazia Florense di San Giovanni in Fiore

Essa si trova in provincia di Cosenza. Solo il 73 % dei lavori è stato terminato. Per poter concludere i lavori occorrerebbero “solo” 175 milioni di euro.

4.Idrovia Padova – Venezia

Essa è stata progettata a metà nel ‘900. Nel 1992, però, i lavori del canale navigabile sono stati bloccati. Per poter terminare i lavori occorrerebbero solo 461 milioni di euro.

5.Ferrovia Ferrandina – Matera

Un’opera che comprende una galleria incompleta, un ponte ed una stazione intoccata lasciata all’abbandono. Costo complessivo 165 milioni di euro, con il 18 % dell’opera portato a termine.

6.Metropolitana leggera umbra

Viene considerata tra le opere incompiute in quanto sarebbe dovuta essere più lunga, fornendo un maggior servizio di tratte: per un costo di 141 milioni di euro e lavori eseguiti solo per il 67 %.

7.Museo Maxxi di Roma

È perfettamente in funzione. I lavori però, al modico costo di 148 milioni di euro, risultato incompleti per il 5 %: difatti manca un centro di documentazione di arti contemporanee, come da progetto.

8.Le strade ed i fiumi del Lazio

Un’opera costata oltre 79 milioni di euro per il 61 %, ed i lavori sul fiume Liri, costati oltre 64 milioni per il solo 39 %.

9.Le strade toscane

Sono le prime in Italia per incompiutezza, con la necessità di ben 150 milioni di euro: per la variante del tratto Empoli – Castelfiorentino, per il tratto Siena – svincolo Monteroni d’Arbia e per la variante esterna all’abitato di San Gimignano.

10.Nuovo palazzo del Cinema e dei Congressi di Venezia Lido

I lavori, bloccati nel 2012 per i bilancio in rosso, sono costati 84 milioni di euro, solo per il 48 % dell’opera totale.

Lucia Franco

L'Italia degli sprechi: le grandi opere incompiute


Autore:Lucia