29 Luglio 2019

Energia priva di anidride carbonica (CO2)

È davvero possibile generare energia senza CO2 ed evitare gli sprechi? Sì, mediante la fotosintesi artificiale. Difatti, attraverso la fotosintesi sintetica si cattura l’energia del sole per riprodurre energia e allo stesso tempo diminuire al massimo la produzione di anidride carbonica.

Secondo una ricerca condotta della School of Molecular Sciences presso l’Arizona State University, si sono fatti passi da giganti, come ad esempio la creazioni di sistemi che imitano la fotosintesi clorofilliana.

La fotosintesi clorofilliana è un processo molto semplice: grazie alle piante viene catturata l’energia solare, la quale successivamente viene trasferita per la reazione fotosintetica.

Ma come possiamo generare energia senza emettere CO2? Gli studiosi hanno pensato di usare gli stessi trucchi della natura, cioè creare una struttura di DNA in modo da poter assemblare complessi molecolari di ogni dimensione, forma e funzione. Utilizzando, quindi, le strutture del DNA come modello, gli studiosi sono stati in grado di catturare e trasferire energia a distanza (decine di nanometri) con una perdita di efficienza minima (<1% per nanometro).

Ciò può essere ripetuto per sviluppare strutture che assorbono energia, come nella fotosintesi naturale, e la trasferiscono nel luogo in cui verrà utilizzata. Insomma, una vera e propria rivoluzione che potrebbe portare a creare nuovi sistemi di conversione energetica e ridurre la nostra dipendenza dai combustibili fossili.

Lucia Franco

Energia priva di anidride carbonica (CO2)

Scienza: una modifica alla fotosintesi potrebbe ridurre la fame


Autore:Lucia

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito