22 Gennaio 2021

Come richiedere il bonus idrico da 1.000 euro

La Legge di Bilancio 2021 ha introdotto nel nostro ordinamento il c.d. bonus idrico, un’agevolazione da 1.000 euro per famiglia (5.000 euro per i pubblici esercenti) che dovrebbe cercare di contribuire a ridurre lo spreco di acqua mediante un incentivo (valevole fino al 31 dicembre 2021) per poter sostituire i sanitari e gli apparecchi con limitazione di flusso d’acqua, su edifici esistenti o su parti di questi, o su singole unità immobiliari.

In sostanza, il bonus idrico potrà essere utilizzato per poter effettuare delle operazioni di cambio di sanitari in ceramica con nuovi sanitari a scarico ridotto, e ancora per poter cambiare i rubinetti, i soffioni della doccia, le colonne doccia, con nuovi apparecchi che abbiano integrato un sistema di limitazione del flusso di acqua.

Detto ciò, si ricorda come il contributo arà concesso nel limite di spesa previsto, e fino ad esaurimento delle risorse che sono state stanziate all’interno del Fondo appositamente costituito.

Ad oggi non si conoscono ancora i modi e i termini per poter procedere all’erogazione dei plafond, ma saranno comunque stabiliti entro il mese di febbraio 2021, considerato che vi è l’obbligo – a capo del ministero dell’Ambiente – di emanare uno specifico decreto entro 60 giorni dall’entrata in vigore della Legge di Bilancio 2021.

Vi terremo evidentemente informati su tutti gli sviluppi in tal senso.

acqua

Bonus Idrico: il 2021 si apre contro gli sprechi d'acqua


Autore:Roberto

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito