17 Settembre 2019

Sprechi, l'inefficienza pubblica ci costa 200 miliardi di euro

Secondo quanto emerge da una recente analisi condotta dall’Ufficio Studi della CGIA, in Italia la dimensione economica dell’evasione fiscale sarebbe pari a ben 110 miliardi di euro. Una enormità che… tuttavia è poco più della meta dei costi determinati dagli sprechi e dalle inefficienze della Pubblica amministrazione, che ammontano ad almeno 200 miliardi di euro.

Per la CGIA, per quanto non occorra certamente perdere di vista che l’evasione è un reato e va perseguito, deve emergere contestualmente il fatto che purtroppo la PA si trascina una importante mole di inefficienze, a cominciare dal fatto che il costo annuo sostenuto dalle imprese per la gestione dei rapporti con la PA (ovvero, la burocrazia) ammmonta a 57 miliardi di euro, e che i debiti commerciali della PA nei confronti dei propri fornitori ammontano a 53 miliardi di euro.

Come se non bastasse, 40 miliardi di euro sono legati al deficit logistico-infrastrutturale, e altri 40 miliardi di euro sono riconducibili alle lungaggini della giustizia civile italiana nei confronti di altre best practices, come quella tedesca. Tra gli altri sprechi, i 24 miliardi di euro di spesa pubblica in eccesso che non ci consentono di abbassare la nostra pressione fiscale alla media UE, e i 23,5 miliardi di euro di sprechi e corruzione presenti nella sola sanità, oltre ai 12,5 miliardi di euro di sprechi e inefficienze presenti nel settore del trasporto pubblico locale.

pa

Sprechi PA, fanno più danni dell'evasione fiscale


Autore:Roberto

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito