21 Luglio 2016

Sprechi alimentari, ecco una utile iniziativa comunale per contrastare

Diverse volte nel corso degli ultimi mesi ci siamo occupati di sprechi alimentari, soffermandoci in particolar modo sulla loro incisività e diffusione in ambito nazionale. Ebbene, per fortuna le notizie in merito non sono tutte esclusivamente negative: sono sempre di più le amministrazioni comunali che cerano di provvedere al contenimento degli sprechi mediante specifiche azioni.

Uno dei casi più recenti si è verificato ad Aprilia, dove l'amministrazione comunale, con i vertici di Banco Alimentare, le associazioni e i comitati direttamente interessati, oltre ai rappresentanti delle aziende di grande e media distribuzione, ha lanciato il progetto Sos...teniamo Aprilia.

Più nel dettaglio, l'iniziativa punta a raccogliere derrate alimentari da distribuire per scopi solidali, non solamente a lunga conservazione, ma anche freschi e cotti. Il merito è di alcune celle frigorifere e freezer che sono state installate nel centro di stoccaggio presso il sito industriale dell'ex Claudia, dove al Banco Alimentare è stato destinato uno spazio di 600 metri quadrati.

Si attende intanto il varo della legge Gadda, in approvazione al Senato della Repubblica: il provvedimento definisce per la prima volta sul nostro ordinamento i concetti di spreco e di eccedenza alimentare e stanzia alcune risorse per le sue azioni specifiche. Inoltre, gli esercizi commerciali che doneranno i cibi prossimi alla scadenza potranno disporre di agevolazioni fiscali (incentivi sull'imposta sul valore aggiunto), ottenendo sgravi sulla tassa comunale dei rifiuti proporzionalmente alla quantità di cibo donato.

almentari

Sprechi nelle mense scolastiche, ecco come ridurli


Autore:Roberto