17 Giugno 2020

Dal 1° luglio Cortina d'Ampezzo si trasforma in plastic free

Anche le località montane abbracciano finalmente l’iniziativa “plastic free”. Tra le prime è proprio Cortina d’Ampezzo, la Regina delle Dolomiti che mira a ridurre l’impatto della plastica sull’ambiente. Infatti, dal 1° luglio la plastica non troverà più posto in tutti i locali e sarà appunto sostituita da stoviglie, cannucce e contenitori in materiale totalmente biodegradabile e compostabile. Ad annunciare la novità è lo stesso comune.

La nuova ordinanza

La scelta del “plastic free” non coinvolgerà solo tutto il settore del turismo, ma anche i privati e le associazioni che organizzano eventi, festività in cui è previsto il consumo di cibi e bibite su aree e luoghi pubblici o aperti al pubblico nel territorio comunale di Cortina d’Ampezzo.

La decisione di eliminare la plastica ha un ruolo decisivo. I produttori sono spinti così sempre più a impiegare materiali non solo biodegradabili, ma anche compostabili, al fine di tutelare il nostro Pianeta e limitare gli sprechi.

Tolleranze

Quali sono i tempi di adeguamento? I prodotti in materiale plastico già presenti nei magazzini dei vari locali potranno essere utilizzati per soli 2 mesi, dopodiché dovranno essere sostituiti con quelli biodegradabili e compostabili. Questo fa sì che Cortina d’Ampezzo ritorni alle sue origini, ovvero quando tutto era servito con materiali di legno, vetro e ceramica.

Stop alla plastica!

Stop agli sprechi!

Dal 1° luglio Cortina d'Ampezzo si trasforma in plastic free

Le cose che non si devono mai buttare nella spazzatura


Autore:Lucia

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito