15 Ottobre 2019

Aria condizionata auto: 5 consigli antispreco

In pochi riescono a fare a meno dell’aria condizionata in auto. C’è chi la utilizza principalmente nella stagione calda, chi in quella fredda, ma si tratta comunque di un benefit abbastanza costoso; rinfrescare (o riscaldare) la vettura può comportare costi assolutamente non trascurabili. E un altrettanto sensibile calo di prestazioni del motore.
Bisogna dunque rinunciare al piacere di temperature più fresche in estate o più calde in inverno? Assolutamente no, basta adottare alcuni accorgimenti:

- Mai accendere il climatizzatore appena entrati nell’abitacolo. Nessun dispositivo è pronto a erogare la temperatura richiesta fin da subito. È opportuno pertanto far partire solo la ventola e solo dopo un paio di minuti almeno azionare l’aria condizionata, meglio se modulando il termostato gradualmente.


- Accertarsi che le bocchette di aerazione siano aperte completamente. In caso contrario le apposite alette finirebbero per fare da ostruzione con consumi maggiori ed efficacia ridotta, anche in termini di flusso.


- Non alzare al massimo la manopola. Se all’esterno ci sono 35 o 40 gradi, per avvertire beneficio basta averne 25 nell’abitacolo. Possibile ridurre ulteriormente ma non bisogna mai scendere al di sotto dei 19 gradi, soglia orientativa ma comunque indicativa di un benessere complessivo non tutelato.


- Occhio alla manutenzione. Sembra superfluo e invece è fondamentale evidenziare che il climatizzatore è un componente del veicolo come tutti gli altri e dunque richiede manutenzione periodica. Se lo si accende solo alla vigilia della bella stagione o dei rigori invernali occorre testarne preliminarmente il funzionamento facendolo partire gradualmente per poi verificarne le prestazioni. Due o tre minuti basteranno per capire se è tutto ok ma superata tale soglia diventerà forte il sospetto che qualcosa non vada per il verso giusto.
In tal caso potrebbe dipendere dalla mancanza di gas refrigerante (freon) che può essere sostituito in officina ma anche autonomamente grazie agli appositi kit. Verificare anche l’usura del filtro antiparticolato che ha costi minimi ed è relativamente semplice da sostituire anche fai-da-te.


- Non tenere accesa l’aria condizionata fino all’ultimo metro di percorrenza. I medesimi benefici si avvertono anche disattivando il dispositivo due o tre minuti prima dell’arrivo. E per tragitti brevi, fino a dieci minuti, i finestrini aperti battono il climatizzatore.

aria condizionata auto

Porte anti-spreco nei negozi, ecco il sistema Air Slide


Autore:Azzurra

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito