28 Marzo 2020

Stop sprechi: arrivano le cannucce commestibili fatte con la manioca

Si tratta di cannucce biodegradabili e commestibili realizzate con la manioca, pianta originaria del Sudamerica. L’idea nasce da un gruppo di studenti (Francisca Hellen, Rhana Helen, Ana Karolina, Ana Beatriz e João Victor) della scuola SESI Mossoró di Rio Grande do Norte, in Brasile, i quali hanno anche vinto nel 2019 il primo premio alle Olimpiadi del futuro di San Paolo. Lo scopo del progetto è stato quello di ridurre gli sprechi di plastica e in particolar modo l’inquinamento, garantendo così modelli di produzione e consumo sostenibile.

Progetto di Biotinga

Biotinga, così si chiama la nuova cannuccia commestibile, è una particolare cannuccia biodegradabile realizzata con cera di carnauba, manioca e glicerina. Grazie a queste caratteristiche principali essa può essere mangiata tranquillamente senza causare alcun danno alla salute del consumatore. Ma non è tutto. Biotinga ha anche una consistenza compatta e un’ottima flessibilità per garantire comfort e praticità ai fruitori. Inoltre, è possibile scegliere il suo sapore tra menta, frutti della passione, fragola, uva, vaniglia e infine chewing-gum.

Stop sprechi

Il progetto Biotinga nasce dalla ormai più che appurata certezza che la plastica è un grave problema per il nostro pianeta.

L. F.

Stop sprechi: arrivano le cannucce commestibili fatte con la manioca

Cannucce commestibili per dire no alla plastica


Autore:Lucia

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito