26 Maggio 2019

I consumatori sono disposti a pagare di più per evitare la plastica

Stando a quanto afferma una recente ricerca YouGov, 8 consumatori su 10 stanno cercando di ridurre i loro rifiuti di plastica e metà di loro sarebbe disposta a pagare prezzi più alti pur di poter disporre di imballaggi ecologici.

Condotta nel Regno Unito, la ricerca dimostra che il 46% delle persone Unito si sente in colpa per la quantità di plastica che usa, il che li spinge a prendere in considerazione anche radicali cambiamenti nel loro comportamento, arrivando a scegliere di pagare di più per non avere a che fare con plastiche monouso.

Peraltro, giova anche sottolineare come il senso di colpa sia più pronunciato tra i giovani: il 51% degli intervistati che si è detto “pentito” di qualche comportamento poco virtuoso era infatti nella fascia di età 18-24 anni.

Ricordiamo altresì come gli sforzi degli acquirenti per ridurre gli acquisti di prodotti in imballaggi di plastica si siano concentrati su frutta e verdura fresca (81%), seguiti da prodotti per la casa e per la pulizia (36%), altri articoli per la casa (32%), articoli per la salute, articoli per i denti e i capelli (27%) e cosmetici (18%).

Rileviamo infine come il 50% del campione abbia dichiarato di essere disposto a pagare un prezzo più alto per le merci in imballaggi biodegradabili e che solo il 33% si è opposto. Su una spesa settimanale di 100 euro, il 50% delle persone si è detta pronta a pagare almeno 2 euro in più per questo obiettivo, mentre il 27% era disposto ad aggiungere anche 5 euro al conto della spesa per tale scopo.

rifiuti

Sciopero clima: arriva il decalogo Coldiretti


Autore:Roberto

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito