25 Dicembre 2016

Doggy bag anche a scuola: buone notizie da Como

Prima o poi si finirà di chiamarla doggy bag. Tuttavia, fino a quando non muterà l’atteggiamento nei suoi confronti, sarà utile continuare a ribattezzarla in tal modo, rendendo finalmente chiaro a tutti come sia sempre più diffusa e integrata la sana abitudine di ritirare gli avanti dai ristoranti, dai bar, dalle mense e da tutte quelle situazioni che potrebbero alimentare nuovi sprechi.

In questo senso, notiamo con soddisfazione come a partire dal mese di gennaio 2017 a Como entrerà in operatività un nuovo progetto contro gli sprechi. Denominato “Portami a scasa con te”, il piano prevede che gli studenti prendano gli avanzi dei propri pasti (pane, prodotti da forno, frutta).

“E’ solo attraverso l’educazione che possiamo sottolineare ai bambini e agli adulti l’importanza di un’alimentazione sana – spiega l’assessore Silvia Magni – Alimentarsi correttamente vuol dire proteggere la nostra salute. E poiché l’educazione alimentare non può ridursi al solo momento del pasto è importante coinvolgere le scuole e le famiglie in progetti specifici. Da qui nasce l’impegno e la volontà del settore Ristorazione scolastica di promuovere apposite iniziative e percorsi didattici legati al cibo”.

Di qui, anche tutta una serie di altre iniziative che oltre a coinvolgere gli studenti vedranno come protagonisti anche i genitori, cui è destinato – ad esempio – un corso di cucina con ricette per cucinare in modo gustoso verdure, legumi e pesce, cibi che devono rientrare in una dieta sana.

doggybag

Mense scuola, ecco gli incredibili numeri dello spreco


Autore:Roberto