24 Marzo 2016

Come risparmiare in casa con Kakebo

Il Libro dei conti di casa ha un obiettivo molto chiaro: permettere al Kakebo di insegnarvi come mettere da parte qualche soldo a fine mese, con una serie di pratici suggerimenti editi da Vallardi.

Il funzionamento del libro è invero molto semplice. È sufficiente segnare entrate e uscite mensili, distinte in fisse (ad esempio, affitto o mutuo, abbonamento del bus, ecc.) e variabili (acqua, luce, gas, cellulare) unitamente agli obiettivi di risparmio. Il differenziale sarà naturalmente rappresentato dalla somma che si ha la possibilità di risparmiare nel salvadanaio. Ma c’è qualche consiglio che si può applicare fin da subito per ottimizzare tale procedura di risparmio?

Il Kakebo consiglia anzitutto di dividere lo stipendio in buste, con le quantità stabilite per le spese fisse, per quelle varibili, per gli optional. Il resto dovrà essere messo da parte, sfidando sé stessi a non superare la quantità di spesa prevista con il denaro in ogni busta.

Un altro consiglio molto utile per evitare acquisti inutili è quello di posticiparli per un mese, segnando data e prezzo: dopo 30 giorni tornate a pensarci. Vi interessa davvero così tanto? O è forse il caso di evitare quell’acquisto che compulsivamente avreste invece effettuato?

Ancora, il Kakebo consiglia che, a margine di ogni acquisto, si risparmi quel che manca per fare cifra tonda. Ad esempio, se avete fatto la spesa e la stessa ammonta a 28 euro, provate a mettere da parte i 2 euro che vi sarebbero serviti per arrivare a 30. Infine, controllate a fine mese borse, portafogli, tasche dei pantaloni. Magari è rimasta qualche monetina… da mettere rigorosamente da parte!


Risparmiare con i prodotti alla spina


Autore:Roberto