23 Ottobre 2018

Sprechi sanità  in Puglia, costi per 318 milioni di euro

Il sistema sanitario pugliese cerca di arginare gli sprechi, ma nonostante ciò produce ancora delle inefficienze organizzative notevoli. Ad affermarlo è il recente report Ospedali a costi standard, elaborato dall’Aress, presentato qualche giorno fa, e dal quale si evince che nel 2016 (ultima data alla quale riferire il dossier) la regione avrebbe potuto risparmiare o usare meglio 318 milioni di euro nel comparto sanità.

A finire sotto la lente è l’intero sistema, da quello dei ricoveri alla spesa farmaceutica. Tuttavia, non tutte le notizie del dossier sono negative: tra il 2015 e il 2016 gli sprechi si sono infatti ridotti, tanto che la differenza tra i costi effettivi (quelli realmente sostenuti) e quelli standard si è contratta del 5%.

Per quanto concerne ancora il 2016, è emerso che la Puglia ha avuto costi totali per circa 2 miliardi e 628 milioni di euro, e che se si fosse lavorato con una migliore organizzazione i costi sarebbero stati pari a 2 miliardi e 310 milioni di euro, con risparmio potenziale di 318 milioni di euro.

Per quanto poi riguarda i dati per singola Asl, nell’azienda sanitaria di Lecce gli sprechi (intesi come differenza tra costi effettivi e standard) sono pari a 53 milioni, contro i 46 milioni di Taranto, i 46 milioni di Bari, i 5 milioni di Bat, i 72 milioni di Foggia. L’Asl di Brindisi è l’unica a operare in condizioni di efficienza, considerato che i costi effettivi (230 milioni di euro) sono inferiori a quelli standard (249 milioni).

asl

20 consigli per risparmiare acqua in casa


Autore:Roberto

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito