06 Dicembre 2016

Sprechi energia, metà dei condomini sono ?fuorilegge?

Secondo quanto emerge da alcune stime compiute negli ultimi giorni, il 1 gennaio 2017 metà dei condomini italiani sarà “fuorilegge”, rischiando sanzioni fino a 2.500 euro per ogni unità non conforme alle nuove leggi sulle contabilizzazioni energetiche.

Entro il 31 dicembre 2016 c’è infatti la necessità di adeguare gli impianti di riscaldamento alle nuove regole sulla termoregolazione e sulla contabilizzazione del calore, installando delle apposite valvole che regolano l’erogazione del calore negli appartamenti, o redigendo una dichiarazione di non convenienza economica / non fattibilità.

Ebbene, nonostante una ampia parte dei condomini non farà in tempo a mettersi in regola, dalle parti del Ministero dello Sviluppo Economico non sembra esservi la volontà di concedere una proroga dei termini per potersi mettere in regola, considerando anche che così facendo l’Italia correrebbe il rischio di incappare in una infrazione comunitaria (non la prima!). al Ministero si sta invece lavorando per poter rispondere a una serie di quesiti che sono stati sollevati dalle organizzazioni di settore.

I problemi, d’altronde, sono ben noti. Ad esempio, è noto che le sanzioni si applicano nei confronti dei proprietari, mentre vi sono ancora alcuni dubbi sui criteri di ripartizione delle spese tra gli inquilini, nonostante le recenti modifiche normative. Proprio per questo motivo è molto probabile che diversi amministratori e assemblee abbiano temporeggiato per capire il da farsi…

termosifoni

Come risparmiare sul riscaldamento alla fine dell'inverno


Autore:Roberto