08 Marzo 2018

Sprechi energetici e inquinamento: ecco quanta CO2 emettono le città

Stando a quanto afferma un report presentato a Edmond, in Canada, nel corso della conferenza dell'IPCC dal titolo Cities and Climate Change Science, le città emetterebbero CO2 in misura superiore del 60% rispetto a quanto stimano. Ma perché l’impronta carbonica delle principali aree urbane del mondo è così gravosa rispetto alle aspettative?

La considerazione formulata all’interno del dossier è evidentemente molto diversa rispetto ad altre stime poiché ritenuta più attendibile, tenendo in considerazione le emissioni di anidride carbonica prodotte fuori dalle metropoli per realizzare il cibo, le apparecchiature elettroniche, i materiali di costruzione, gli spostamenti aerei e altri beni ancora di cui usufruiscono i loro residenti.

Sulla base di ciò, emerge come le città del Pianeta arriverebbero non solo a emettere il 70% delle emissioni di CO2 del mondo, come già noto, bensì una quota molto più elevata se si tengono in considerazione anche tutte le emissioni che sono necessarie a garantire tale insieme di consumi.

“Sapere a quanto ammontano le emissioni dei nostri consumi e dove vengono prodotte permette alle amministrazioni e agli abitanti delle città di intraprendere scelte più efficaci su come ridurle” – spiega Michael Doust, direttore del programma C40 Cities, un network che raccoglie le metropoli di tutto il mondo impegnate a contrastare i cambiamenti climatici.

Di qui, il paradosso più grave. Se è vero che alcune città come Londra, Parigi o New York hanno abbassato le emissioni locali poiché sostanzialmente prive di molti settori industriali, è anche vero che le emissioni di tali metropoli sono in realtà aumentate a causa degli aumentati consumi.

inquinamento


Autore:Roberto