27 Gennaio 2017

Sprechi alimentari, alla Luiss si va a lezione di sostenibilità

Qualche giorno fa l’Università Luiss di Roma si è trasformata in un laboratorio gastronomico dedicato all’alimentazione sana e senza sprechi. Ha infatti preso il via la prima edizione del corso di Wellbeing e Sostenibilità, diretto dalla nutrizionista Sara Farnetti. In partenza nel mese di marzo, rivolto a tutti gli studenti triennali a ciclo unico, ha la finalità di fornire loro gli strumenti per potersi alimentare e vivere nel migliore dei modi, sfatando magari alcuni miti che si sono radicati nella nostra cultura culinaria e che dovrebbero essere eliminati (come la colazione a base di cibi dolci).

Peraltro, a dimostrazione che la cucina sana, attenta all’ambiente, gustosa ed equilibrata può essere anche allegra e gustosa, lo chef Simone Salvini si è esibito in un seguitissimo show cooking di cucina vegetale, preparando piatti al 100% a tutela ambientale, e utilizzando solamente i prodotti biologici dell’orto della Luiss per poter preparare delle ricette molto appetitose.

Ad ogni modo, come giustamente sottolineano dall’ateneo, questa è solamente una delle tante iniziative che l’istituto sta portando avanti per poter alimentare una migliore cultura dell’attenzione e del rispetto alle risorse ambientali. Giovanni Lo Storto, direttore generale dell’ateneo, in merito ha dichiarato che “abbiamo deciso di proporre ai nostri studenti un corso formativo di alimentazione sostenibile, perché ci permette di insegnare loro che mangiare sano ha un impatto non solo su noi stessi ma anche sulla collettività. In Luiss portiamo avanti iniziative anti spreco e di cultura della terra, con il nostro orto condiviso, con l’obiettivo di fornire a giovani, futuri manager, più strumenti possibili per stimolare la consapevolezza di ciò che li circonda”.

sprechi

Doggy bag anche a scuola: buone notizie da Como


Autore:Roberto