15 Giugno 2019

Sanità pubblica, sprechi per 21,5 miliardi di euro

La Fondazione Gimbe sulla Sostenibilità del Servizio Sanitario Nazionale evidenzia nel suo ultimo rapporto come sui 113 miliardi di euro di spesa sanitaria pubblica, ben 21,5 miliardi di euro siano stati rappresentati da sprechi e inefficienza: un volume molto importante, per quanto in calo rispetto ai 22,5 miliardi di euro dell’anno precedente.

Il dossier della Fondazione attribuisce poi una stima a ciascuna categoria di sprechi, permettendo così di poter ottenere un quadro ancora più preciso. Si va così a ponderare 6,5 miliardi di euro di sprechi per il sovra utilizzo di servizi e prestazioni sanitarie inefficaci o inappropriate, 4,8 miliardi di euro per frodi e abusi, 2,1 miliardi di euro per acquisti a costi eccessivi, 3,2 miliardi di euro per sotto-utilizzo di servizi e prestazioni efficaci, 2,4 miliardi di euro per inefficienze amministrative, 2,6 miliardi di euro per inadeguato coordinamento dell’assistenza sanitaria.

Il dossier sottolinea come il SSN abbia evidenti problemi di riduzione delle sue risorse, con 28 miliardi di euro di tagli in 10 anni, dal 2010 al 2019. Un taglio che non può che avere ricadute profonde, anche su cure essenziali. È ancor il dossier a sottolineare come il rapporto tra la spesa sanitaria il Pil si sia ridotto dal 6,6% del 2019-2020 al 6,5% previsto per il 2021 e al 6,4% previsto per il 2022.

sanita

Sprechi sanità, nel 2017 superano i 21 miliardi di euro


Autore:Roberto

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito