16 Luglio 2018

Riutilizzo di batterie usate da auto elettriche,Toyota all'avanguardia

Le auto elettriche e ibride sono più sostenibili di quelle a benzina e diesel, ma hanno un unico difetto: questi tipi di veicoli presentano un problema di smaltimento delle batterie. Toyota pertanto ha pensato di reimpiegarle, firmando un accordo con Chubu Electric Power per sviluppare soluzioni per il riciclo delle batterie.
L'idea
L’idea delle due società è quella da una parte di riciclare le varie componenti delle batterie, ad esempio separando i metalli e reimpiegandoli, dall’altra di riutilizzare le batterie per creare degli accumulatori di energia in risposta alle sfide poste dal sistema di alimentazione elettrica. Se combinate insieme, infatti, le batterie usate con prestazioni ridotte, possono essere riutilizzate per la regolazione della domanda di energia e per la gestione delle fluttuazioni della frequenza e della tensione nei sistemi di distribuzione, fattori legati all’introduzione diffusa di energia rinnovabile.
Primo Storage System
Il primo Storage Battery System dovrebbe essere inaugurato nel 2020. Avrà una capacità di 10.000 kW, pari a 10.000 batterie. Inizialmente verranno impiegati gli accumulatori nichel metal idrato (già presenti sui modelli ibridi di Toyota) e nel 2030 dovrebbero essere sfruttati anche quelli agli ioni di litio delle vetture plug-in ibride ed elettriche.
5,5 milioni di vetture elettriche entro l’anno
La sfida che la Toyota si è imposta con l“Environmental Challenge 2050″ è quella di vendere oltre 5,5 milioni di vetture elettrificate l’anno entro il 2030, obiettivo che perseguirà introducendo veicoli elettrici a batteria entro il 2020 in Cina e in India, passando poi al Giappone, agli Stati Uniti e quindi all’Europa, e a produrre una versione elettrificata di ogni suo modello entro il 2025.

Lucia Franco

Riutilizzo di batterie usate da auto elettriche,toyota all'avanguardia


Autore:Lucia