22 Febbraio 2020

Pulire l'aria con le cuffie? Oggi si può, senza sprechi


L’idea nasce per mano di un’azienda inglese, la Dyson, la quale ha brevettato un paio di cuffie wireless dotate di un purificatore d’aria integrato e capace di pulire l’aria circostante ingurgitando lo smog. Vediamo come...

Come funziona

Il loro funzionamento è molto semplice. L’aria che entra dentro le cuffie wireless passa attraverso un filtro e il ruotante, con una velocità di rotazione di circa 12.000 giri al minuto, genera un flusso di aria purificata priva di polveri sottili. Pertanto, quest’aria pulita esce mediante un arco che collega le cuffie alla parte anteriore, formando una maschera davanti al viso della persona che le indossa.
Al momento, le cuffie purificanti sono solo un brevetto, ma visto il crescente problema dello smog e dell’inquinamento, molto presto potremmo trovarle in commercio insieme ai già presenti purificatori per casa che purificano automaticamente l’aria dell’intera abitazione e rimuovono il 99,95% dei gas, degli allergeni e delle particelle inquinanti.

L’inquinamento, il male che ci sta uccidendo lentamente

Secondo gli esperti 9 persone su 10 respirano aria ricca di polveri sottili dovute all’inquinamento. Difatti, la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha riconosciuto che l’inquinamento atmosferico è un fattore di rischio critico per le malattie non trasmissibili, in quanto si stima che causi un quarto (24%) di tutte le morti per malattie cardiache, il 25% di decessi per ictus, 43% dei decessi per polmonite ostruttiva cronica e 29% dei decessi per cancro ai polmoni.

Pulire l'aria con le cuffie? Oggi si può, senza sprechi

Pulire l'aria con un cartello pubblicitario?Oggi si può, senza sprechi


Autore:Lucia

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito