18 Marzo 2019

Estate 2019: la Puglia dice no alla plastica nei lidi

A partire da questa estate nei lidi pugliesi sarà severamente vietata la somministrazione di cibo e drink in materiale monouso non compostabile (in seguito alla sua degradazione, naturale o industriale, si trasforma in compost). Pertanto, tutti gli stabilimenti balneari dovranno dire no alla plastica monouso favorendo l’uso di materiale ecocompatibile.

Questa è anche una decisione in un certo senso rivoluzionaria e storica per la difesa dell’ambiente e del mare, visto che oltre l’80% dei rifiuti marini è rappresentato appunto da materiale plastico.

La Puglia, prima Regione d’Italia a vietare la plastica nei lidi

La Puglia è avanti più di quanto si pensi. Essa con due anni di anticipo rispetto alla Direttiva Europea è infatti la prima Regione italiana a dire no alla plastica monouso. Una decisione questa perfettamente in linea con la proposta della Commissione Europea, approvata pochi mesi fa, che vieta dal 2021 la vendita di articoli in plastica monouso.

Grazie, infatti, a questa Direttiva si dovrebbero ridurre anche le emissioni pari a 3,4 milioni di tonnellate di anidrite carbonica. Ma non è tutto. Le misure pugliesi non si limitano alla sola costiera. La Puglia ha anche messo a disposizione 250 mila euro a Comuni e privati a patto di assicurare e dimostrare la sostenibilità di sagre di paese ed eventi pubblici nel territorio di loro competenza.

Una bella iniziativa che si spera possa replicarsi in tutte le regioni bagnate dal mare.

Lucia Franco

Estate 2019: la Puglia dice no alla plastica nei lidi


Autore:Lucia

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito