22 Gennaio 2017

Corruzione sanità: per Cantone esiste ed è profonda

Non sembra avere grandi dubbi il presidente dell'Anac, Raffaele Cantone. Durante un convegno sull'intreccio tra amministrazione pubblica e malaffare, infatti, il magistrato ha dihciarato che "la corruzione esiste, è particolarmente profonda e grave nel settore della sanità".

L'elenco delle fattispecie è lunghissimo, ed è difficilmente sintetizzabile - afferma Cantone - poichè "sulla rruzione dati numerici non esistono e chiunque dice che si può avere un numero dice una bugia. Gli unici sono le sentenze penali". Nonostante ciò, non mancano comunque elementi utili per poter comprendere e valutare il reale stato delle cose, a partire dai "asi di dispositivi medici identici venduti con prezzi differenzi non per esempio tra Piemonte e Sicilia, ma tra Piemonte e Piemonte o Campania e Campania e c'è qualcosa che non va" o ancora, dichiara Cantone, " sono appalti in sanità che sono stati uno scandalo, prorogati per anni, e questo significa mantenere una situazione di illegalità".

Per quanto concerne gli strumenti di contenimento del fenomeno, ben vengano - dichiara il magistrato - i codici di autoregolamentazione e la maggiore responsabilizzazione della pubblica amministrazione. "L'operatore sanitario sa benissimo quali sono i problemi e, se non lo sa, significa che non fa bene il proprio lavoro - dichiara Cantone - e se dopo l'evento dice di non sapere, è consapevole che non è così".

corruzione

Sprechi alimentari, ecco come contenerli con Bump Mark


Autore:Roberto